Text Size
Sunday, September 24, 2017
Area

Gandalf Store

Portfolios

Education

Consulting

Eurex: strategie combinate e indicatori di performance

Nei precedenti articoli abbiamo parlato a lungo dell’importanza della combinazione di sistemi di trading il più possibile decorrelati tra loro. Dell’alternanza di sistemi long e short, progettati sul medesimo strumento, ma anche dell’accoppiamento di sistemi monodirezionali (solo long o solo short) su strumenti finanziari differenti. Oggi desidero affrontare con voi il tema della valutazione di tali abbinamenti, non solo sulla base del massimo ritracciamento (draw down), ma prendendo in esame ulteriori grandezze, che diano la misura dell’effettivo miglioramento.

Iniziamo da un sistema che abbiamo già visto, che opera long sul future dell’Eurostoxx50 su barre giornaliere e di cui vogliamo darvi qualche ulteriore dettaglio. Si tratta di un pattern genetico che approfitta dei ritracciamenti, entrando in posizione sul minimo della barra precedente e uscendo dopo una settimana, con un position management piuttosto basilare. Rivediamo l’equity line aggiornata a venerdì scorso:

 

Fig.1: Equity Line del sistema long su EuroStoxx50 Future, Performance Report di Visual Trader.

Come si può vedere ci troviamo su un nuovo massimo assoluto, anche scontando i costi fissi (curva verde su curva grigia senza commissioni e slippage). Vediamo insieme come si sono evolute le metriche di questo sistema:

 

Fig.2: Metriche del sistema long su EuroStoxx50 Future, Performance Report di Visual Trader.

In 14 anni abbiamo totalizzato un profitto netto di quasi 64000 euro, ottenuti in 303 operazioni con una percentuale di trade vincenti di oltre il 62% ed un rapporto rendimento su rischio di 1.10. Il Profit Factor è decisamente buono e risulta essere di 1.74. Pur avendo utilizzato un regime commissionale di 30 euro ad operazione, la media dei guadagni di 211 euro risulta essere sufficientemente capiente per sopperire all’ulteriore incidenza dello slippage. Il draw down massimo registrato è stato di -7560 euro e il draw down medio di oltre -1000 euro.

Un ultimo dettaglio sul profitto mensile delle operazioni aggregate, che registra una diminuzione di volatilità ma anche un miglioramento della media di breve periodo.

 

Fig.3: Profitti mensili del sistema long su EuroStoxx50 Future, Performance Report di Visual Trader.

Prendiamo adesso un secondo sistema genetico che operi sempre su EuroStoxx50 Future soltanto sul fronte short, a parità di contratti utilizzati (uno) e di regime commissionale (30 euro ad operazione). In questo modo desideriamo neutralizzare la nostra esposizione rispetto alla direzione futura del mercato, cercando di non sacrificare le prestazioni.

 

Fig.4: Equity Line del sistema short su EuroStoxx50 Future, Performance Report di Visual Trader.

L’equity line testimonia una criticità piuttosto evidente nel periodo di out of sample, quello cioè, dove il sistema deve misurarsi con un contesto di mercato sconosciuto (2013-2014). Questa valutazione intuitiva può non essere avvalorata dai numeri se consideriamo le metriche dell’intero periodo (2000-2014):

 

Fig.5: Metriche del sistema short su EuroStoxx50 Future, Performance Report di Visual Trader.

In 14 anni abbiamo totalizzato un profitto netto di oltre 51000 euro, ottenuti in 172 operazioni con una percentuale di trade vincenti di oltre il 58% ed un rapporto rendimento su rischio di 2.21. Il Profit Factor è superiore al precedente e risulta essere di 2.86. La media dei guadagni è addirittura di 300 euro ad operazione. Il draw down massimo registrato è più contenuto ed è stato di -5540 euro e il draw down medio di -951 euro.

Questi dati potrebbero forviare durante una valutazione superficiale, ma non devono ingannare un progettista professionista: il sistema a se stante andrebbe scartato a causa della differenza tra le prestazioni In Sample ed Out of Sample. La cosa è evidente osservando il profilo dei draw down storici dove spicca il superamento del massimo draw down storico durante gli ultimi due anni:

 

Fig.6: UnderWater Equity del sistema short su EuroStoxx50 Future, Performance Report di Visual Trader.

Nonostante ciò, desidero condividere con voi come tale trading system possa essere comunque utile se accoppiato con un sistema decorrelato come il primo che vi ho presentato in questo articolo. Intendiamo quindi verificare cosa accada unendo le prestazioni del sistema long e del sistema short sull’EuroStoxx50 Future.

 

Fig.7: Sistema aggregato Long e Short su EuroStoxx50 Future, Performance Report di Visual Trader.

Il risultato sembra interessante: prendiamo in considerazione le statistiche dei due sistemi originari a meno dell’open position, ossia dei trade attualmente aperti e non ancora conclusi. Questo varia leggermente le statistiche che abbiamo visto, ma non l’ordine di grandezza.

 

Fig.8: Statistiche del sistema aggregato Long e Short su EuroStoxx50 Future.

Il primo elemento che notiamo è il Net Profit cumulato che arriva a 115000 euro in 14 anni. Il massimo ritracciamento (Max Draw Down) è quello del sistema long (-7530 euro). Una ulteriore prova del fatto che le due curve soffrano in momenti diversi (in caso contrario avremmo avuto la somma dei due draw down). Per stimare correttamente se il sistema cumulato sia oggettivamente migliore dei due sistemi componenti, prendiamo in esame un indicatore molto utilizzato per la valutazione dei sistemi di trading (siano essi meccanici o discrezionali): il rapporto tra il profitto e il massimo ritracciamento (Net Profit/Max Draw Down).

Il sistema long partiva da un valore di 8.48, che tradotto significa che si tratta di un sistema che accumula un profitto che è più di 8 volte superiore al massimo ritracciamento registrato. Il sistema short, invece, riporta un valore di 9.38. Se non esistesse una disomogeneità tra le performance in sample ed out of sample (che ci ha fatto propendere per scartare tale pattern short) sembrerebbe addirittura meno rischioso del precedente. Il sistema aggregato riporta invece un valore a due cifre ed esattamente 15.34. Un bel passo in avanti considerando che si tratta di un doppio sistema di cui uno in perdita da oltre due anni, ma che ben si adatta a ricoprire le fasi critiche del sistema long. Una simbiosi evidenziata anche da un secondo indicatore meno importante: il rapporto tra il profitto e la media del ritracciamenti (Net Profit/Average Draw Down). Si passa da 51.8 del sistema long e 40.74 del sistema short (in controtendenza all’indicatore precedente), fino al 116.74 del sistema aggregato.

Avremo modo di riprendere e approfondire il tema della valutazione dei sistemi combinati, sia nei prossimi articoli, che in una giornata gratuita organizzata a Roma il prossimo 26 ottobre intitolata “Trading Lab”.

Buon trading

Giovanni Trombetta

Questo sito utilizza i Cookies per migliorare la navigazione. Utilizzando questo sito e continuando nella navigazione si intende accettata la Privacy & Cookies Policy. Puoi bloccare in ogni momento questa raccolta di informazioni seguendo le istruzioni contenute in questa pagina.

Topics

Artificial Intelligence

Artificial intelligence and the most modern technologies of genetic engineering in the service of trading...

Read more...

Consulting & Services

Gandalf Consultants aim to provide a wide range of services related to trading systems development...

Read more...

Trading Systems

Behind Gandalf Project there is the awareness that no Trading System lasts forever. Gandalf Patterns are the results of...

Read more...