Text Size
Tuesday, November 21, 2017
Area

Gandalf Store

Portfolios

Education

Consulting

Un Pattern Short su MPS

Abbiamo visto negli articoli precedenti come sia possibile delegare ad una macchina la fase onerosa di ricerca delle inefficienze statistiche di mercato. Le ipotesi di progetto devono ovviamente essere stringenti da un punto di vista della gestione del rischio e oggi desidero illustrarvi un ulteriore esempio in tal senso.

Prendiamo un titolo piuttosto di moda in queste settimane che è Monte dei Paschi di Siena. Da metà 2007 abbiamo assistito ad un andamento ribassista piuttosto evidente con una variazione decisa di volatilità che ha mutato l’andamento della trama dei prezzi. In questa sede non indagheremo tutti i motivi che hanno determinato tali variazioni, ma ci limiteremo a commentare le performance di un pattern short costruito con il software Gandalf.

 

Fig.1: Equity Line del sistema short sul Performance Report di Visual Trader.

In giallo, come di consueto, abbiamo evidenziato il periodo di out of sample effettivo, ossia da quando la macchina non pùò avere più alcuna informazione sullo sviluppo futuro dei corsi azionari di MPS. Diamo uno sguardo alle metriche del performance report:

  

Fig.2: Metriche dal Performance Report di Visual Trader.

 Questa volta abbiamo optato per la visualizzazione senza costi fissi (slippage e commissioni), ma  faremo comunque una analisi di consistenza sulla media dei guadagni per operazione. Il profitto netto totale (calcolato nel periodo dal 2000 ad oggi considerando un investimento di 10000 euro ad operazione) è di poco meno di 40000 euro su 214 operazioni, realizzate con il 58% di trade vincenti e un rapporto rendimento/rischio di 1.44. I 185 euro di media di profitto garantiscono la tenuta sui costi fissi, e registriamo un profit factor di 2.06. Considerando che il sistema realizzato può entrare solo al ribasso sul mercato, si tratta di un risultato discreto. Tuttavia il rischio risulta importante: a fronte di un investimento di 10000 euro ad operazione, notiamo un massimo draw down di -5448 euro e un draw down medio di -753 euro. Il rapporto tra net profit e max draw down risulta di 7.2. Teniamo presente questo valore, che rappresenta uno degli indicatori più rappresentativi del rischio che ci stiamo prendendo sul mercato.

 

Fig.3: Under Water Equity dal Performance Report di Visual Trader. 

Si noti come la recente scossa di volatilità abbia determinato un nuovo picco di draw down, superiore allo storico registrato sui 14 anni. Si noti inoltre la deriva dei profitti su base mensile, che nell’ultima fase di mercato sta aumentando la perdita aggregata e non consente di conservare dell’utile.

 

Fig.4: Profitti su base mensile dal Performance Report di Visual Trader.

Siamo di fronte ad una mutazione radicale dei corsi azionari di MPS? Come fare per aumentare la regolarità della curva e diminuire il rischio atteso sul draw down per i mesi a venire?

Per rispondere a queste domande facciamo un piccolo passo indietro e andiamo ad analizzare nello specifico le operazioni in perdita che il sistema fa registrare nel tempo.

  

Fig.5: Analisi delle operazioni perdenti su MPS.

Notiamo come il nostro sistema entri al presentarsi del pattern di ingresso e gestisca la posizione in maniera piuttosto grossolana: un time exit statico scatta dopo 8 barre a mercato e chiude la posizione. Questo tipo di uscita semplifica molto le cose da un punto di vista operativo, ed è utilizzato nella composizione di portafogli efficienti decorrelati. Tuttavia se si opera soltanto su un singolo pattern, questa metodologia non riduce sufficientemente il rischio atteso. Cosa possiamo fare dunque?

Applichiamo una regola di buon senso che abbiamo presentato nel precedente articolo: definiamo un certo numero di barre di controllo e andiamo a leggere il profitto registrato in quel momento. Ad esempio se dopo 2 barre dall’ingresso in posizione siamo ancora in perdita, decidiamo di chiudere la posizione, perché abbiamo misurato che la probabilità che la posizione torni in profitto sia minima. Ripetiamo questa misura operando un controllo da una a 7 barre, per determinare il punto migliore per effettuare tale analisi.

  

Fig.6: Equity Line del sistema short sul Performance Report di Visual Trader.

La regola di position management più appropriata in questo caso risulta essere quella di fermare il trade se dopo 5 barre in posizione non si registri ancora un guadagno. Abbiamo seguito la regola di diminuire il rischio di draw down massimo e medio, senza inficiare troppo la performance del profitto netto. L’equity line risulta ancora affetta da un aumento di erraticità, ma andiamo ad analizzare nel dettaglio il profilo di rischio.

 

Fig.7: Under Water Equity dal Performance Report di Visual Trader.

Il draw down massimo si è abbassato notevolmente. Da notare come si sia scongiurato l’ultimo ritracciamento, occorso durante il recente balzo di volatilità. Anche i profitti aggregati su base mensile hanno ora un profilo accettabile, addirittura in miglioramento nel breve periodo.

 

Fig.8: Profitti su base mensile dal Performance Report di Visual Trader.

Dulcis in fundo diamo uno sguardo alle metriche: il profitto netto è praticamente invariato, ma abbiamo aumentato il profit factor fino a 2.16. La percentuale di trade vincenti è sceso al 53% e il rapporto rendimento/rischio è salito a 1.86. Il numero dei trade è aumentato, salendo a 227 con una media dei guadagni scesa a 168 euro, comunque ancora congrua per sopperire ai costi fissi. Il draw down medio è diminuito sensibilmente, attestandosi a -675 euro.

 

Fig.9: Metriche dal Performance Report di Visual Trader.

Ma come abbiamo detto, è sul massimo draw down che notiamo il miglioramento più evidente, passando da -5448 euro a -3171 euro. Davvero un bel risultato, ottenuto applicando una regola di buon senso alla gestione della posizione.

Se volete approfondire la tematica del pattern trading genetico, il prossimo mercoledi 18 giugno abbiamo organizzato un seminario sulla modalità di creazione di tali pattern:

http://www.gandalfproject.com/index.php/articles/111-la-fabbrica-dei-pattern

AI partecipanti verrà fornito un pattern su un titolo azionario già validato e pronto per l’utilizzo.

Per partecipare è sufficiente scrivere una email a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. e seguire le istruzioni che vi invieremo.

Buon Trading

Giovanni Trombetta

Gandalf Project Research 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo sito utilizza i Cookies per migliorare la navigazione. Utilizzando questo sito e continuando nella navigazione si intende accettata la Privacy & Cookies Policy. Puoi bloccare in ogni momento questa raccolta di informazioni seguendo le istruzioni contenute in questa pagina.

Topics

Artificial Intelligence

Artificial intelligence and the most modern technologies of genetic engineering in the service of trading...

Read more...

Consulting & Services

Gandalf Consultants aim to provide a wide range of services related to trading systems development...

Read more...

Trading Systems

Behind Gandalf Project there is the awareness that no Trading System lasts forever. Gandalf Patterns are the results of...

Read more...